close

Aperta

Hackathon Calore in rete

Siamo alla ricerca di soluzioni innovative per favorire l’ulteriore sviluppo del Teleriscaldamento.
Celebriamo insieme i 50 anni del Teleriscaldamento a Brescia!

Area: Teleriscaldamento

Brief

Per celebrare il 50° anniversario del Teleriscaldamento a Brescia, stiamo organizzando un Hackathon in collaborazione con Tondo che ha l’obiettivo di identificare soluzioni innovative in questo campo al fine di estendere gli impatti positivi di questa tecnologia sulle comunità del territorio bresciano.

Il Teleriscaldamento, infatti, è un sistema affidabile ed efficiente per riscaldare le case che rispetta l’ambiente e utilizza risorse disponibili sul territorio.

Nello specifico, comporta l’eliminazione dei costi di acquisto della caldaia e una riduzione dei costi di esercizio e manutenzione rispetto agli impianti termici tradizionali, andando ad aumentare il livello di sicurezza.

Dal punto vista ambientale, il Teleriscaldamento garantisce una maggiore efficienza energetica, un risparmio del combustibile utilizzato ed un minor consumo di fonti primarie di energia di origine fossile.

Oggetto

Siamo alla ricerca di idee che possano condurre alla nascita di progettualità sostenibili che valorizzino le opportunità derivanti dal teleriscaldamento, coinvolgendo gli studenti del 4° e 5° anno degli Istituti Superiori di Brescia dell’anno scolastico 2022-2023, in quanto attori direttamente interessati a prendere parte alla transizione verso un modello di città più sostenibile.

Le challenge su cui avrete l’opportunità di lavorare sono tre, relative a diverse tematiche riguardanti il Teleriscaldamento:

  • Il teleriscaldamento offre molti vantaggi: utilizzo di fonti di calore locali, elevata sicurezza dell’approvvigionamento, ridotto fabbisogno di spazio, spese di manutenzione ridotte. Il teleriscaldamento risulta anche tra gli strumenti più efficaci per la riduzione delle emissioni di anidride carbonica e la sua diffusione è in costante crescita, soprattutto in Europa. Eppure, si può ancora fare meglio, sfruttando fonti energetiche rinnovabili (biomasse, geotermia ecc..) e\o integrazioni di calore da recupero industriale nelle reti di riscaldamento e riducendo il consumo di combustibili fossili. Quali potrebbero essere quindi nuove opportunità di integrazione delle fonti di calore anche rinnovabili con le reti di teleriscaldamento?
  • Per sfruttare al massimo le potenzialità del teleriscaldamento, nelle centrali termiche spesso si utilizza un sistema combinato che produce anche energia elettrica. Grazie a tecnologie evolute, infatti, la centrale è in grado di produrre energia termoelettrica e contemporaneamente di recuperare il calore di scarto che si sprigiona durante questo processo, per esempio quello dell’acqua calda o del vapore che alimenta le turbine, o quello dei fumi di scarico prodotti dalla combustione. Lo stesso meccanismo avviene per il recupero dei fumi dal trattamento dei rifiuti. Partendo da questo esempio di efficientamento energetico, quali altre iniziative possono essere implementate negli edifici scolastici per minimizzare lo spreco energetico ed ottimizzare l’utilizzo delle risorse?
  • Affinché tutti i benefici derivanti dal teleriscaldamento vengano pienamente compresi dalla comunità cittadina e affinché quindi tutti i cittadini siano consapevoli dei vantaggi ambientali, economici e di sicurezza di questa modalità di erogazione di calore ed energia, è necessario sempre di più avviare campagne di comunicazione e sensibilizzazione che mettano in luce le qualità del teleriscaldamento. Quali possono essere quindi le leve da utilizzare per formare ed informare al meglio i cittadini? Come andrebbe sviluppata una campagna di comunicazione efficace e accessibile a tutti?

SDG

Perché partecipare?

L’Hackathon rappresenta un’opportunità di assoluto rilievo per la vostra formazione professionale. Una modalità innovativa, per apprendere attraverso progetti concreti e sfide della vita reale, di carattere sociale, ambientale ed economico. Inoltre, sarete supportati da tutor e mentor, e vi confronterete con esperti del mondo aziendale e professionale, andando ad acquisire ed affinare diverse competenze, dal lavoro in team alla capacità di gestire criticità nello sviluppo di un progetto, con l’obiettivo finale di prototipare idee che generino un impatto positivo sulla comunità locale. Grazie al supporto dei docenti e degli organizzatori saranno anche trasferite prima dell’Hackathon nozioni tecniche relative al Teleriscaldamento, alla distribuzione di energia e calore per garantirvi lo stesso livello di conoscenza preliminare. Durante le due giornate, metterete in pratica ciò che avete imparato, facendo emergere creatività e inventiva e diventando i soggetti promotori di un cambiamento, grazie allo sviluppo attivo di proposte implementabili dal punto di vista aziendale e professionale, che vi garantirà un vantaggio competitivo per futuri percorsi e impieghi.

I team finalisti che potranno accedere all’Hackathon saranno 9, 3 per challenge. Una giuria eleggerà 3 team vincitori, uno per ogni challenge, che saranno premiati con dei buoni del valore di €250 a persona.

Come posso partecipare?

I partecipanti potranno candidarsi in team composti da un minimo di 3 ad un massimo di 6 persone, altrimenti sarà possibile anche candidarsi singolarmente. Per gli studenti che hanno già un’idea, sarà possibile inserire una breve descrizione nel form e/o sottomettere una prima bozza di proposta allegando anche un breve documento. Questa opportunità è opzionale, tuttavia costituisce un elemento preferenziale qualora le candidature siano molto numerose e fosse necessario effettuare uno screening preliminare dei candidati

L’Hackathon sarà suddiviso nelle seguenti fasi:

  • Apertura candidature: a partire da inizio giugno 2022 ci si potrà candidare all’Hackathon selezionando una o più challenge di interesse. Per candidarsi basta cliccare sul bottone Racconta la tua idea e compilare l’apposito modulo di candidatura fino alla prima settimana di ottobre. Prima dell’Hackathon gli organizzatori si occuperanno di comunicare al team quale challenge è stata assegnata a chi ha espresso più preferenze.
  • Screening dei candidati (eventuale): qualora le candidature raggiungano un numero molto elevato, si svolgeranno delle attività di screening dei progetti (per chi ha sottomesso già una prima idea progettuale) e dei candidati migliori in base a dei criteri definiti all’interno del regolamento.
  • Hackathon: a partire dalla mattinata del 21 ottobre 2022, i team selezionati parteciperanno ai lavori, supportati da tutor e mentor.
  • Pitching sessions: il 22 ottobre, nel pomeriggio, i team avranno un massimo di 5 minuti a testa per presentare i pitch delle idee progettuali su cui hanno lavorato;
  • Premiazione: in base a dei KPI presenti sul regolamento, le soluzioni proposte riceveranno dei voti della giuria composta da membri di A2A. Le prime classificate per ogni challenge riceveranno una premialità.

Allegati

Regolamento Hackathon– Calore in rete

Hai un progetto in mente?

Accetta una delle nostre sfide oppure inviaci una candidatura spontanea.